Happy Insight: 5 passaggi per nuove scoperte

Anche dopo aver fatto un errore, possiamo ringraziarle per venire a una scoperta accidentale felice. Come sviluppare la capacità di trarre conclusioni inaspettate dalle osservazioni?

Lo scrittore del XVIII secolo Horace Walpole ha inventato la parola “Sergendip” (inglese. Serndipità) per designare un concetto complesso: una scoperta piacevole e inaspettata, nonché la capacità di trarre conclusioni utili da osservazioni casuali. In russo, è tradotto come “intuizione”, ma questo non è del tutto accurato. Piuttosto, una visione felice quando diciamo: “Non c’è sottile senza bene” e “non ci sarebbe felicità, ma la sventura ha aiutato”. La fonte di ispirazione per Walpol era la vecchia fiaba persiana sui tre principi del paese di Serendip, che riuscirono a trovare qualcosa che non cercavano e sempre con beneficio per se stessi.

La serendipità implica che una persona perspicace, persino commettendo un errore, può venire alla scoperta grazie ad esso. Christopher Columbus ha navigato migliaia di chilometri nella direzione sbagliata e ha scoperto l’America. Alexander Fleming ha dimenticato nei campioni di laboratorio di batteri su cui è cresciuto la muffa e ha aperto la penicillina. Percy Spencer ha notato che le radiazioni a microonde possono riscaldare gli oggetti, lasciando una barretta di cioccolato in tasca mentre lavorava con una potente lampada elettronica. Il bar si sciolse e Spencer inventò il forno a microonde. Ma cosa succede se Columbus navigasse nella giusta direzione, Fleming ha semplicemente lavato i piatti e Spencer prendesse il cioccolato dalla tasca in tempo? Se tutti corressero i loro errori, invece di estrarre qualcosa di buono da loro, il mondo sarebbe lasciato senza molte grandi scoperte.

Certo, ci sono quelli che affermano che tutto questo è solo coincidenze. “Trasferiamo male la spiegazione attraverso il caso”, osserva il professore di antropologia sociale e culturale presso l’Università di Pari-Decar Dominica Desjeux. “Preferiamo predeterminazione e proviamo a trovare segni di destino, intrighi, cospirazione, intenzione – buona o cattiva”. E c’è una ragione in questo. Guardando tutto per un incidente, dovremmo ammettere che poco dipende da noi, che il bene e il male accadono nel mondo senza la partecipazione. Questa visione delle cose non solo dà origine all’ansia, ma in qualche modo non si adatta davvero a una posizione di vita attiva.

“Dovremmo imparare a distinguere tra ciò che dipende da noi e appelli alle nostre azioni e ciò che non è soggetto a noi e dovremmo essere accettati come un dato”, afferma il filosofo Elsa Godar, basato sul filosofo e sulla “terapia creata da loro Giudici “. – Non siamo in grado di prevenire la sventura. Ma se la nostra vita finirà o possiamo trasformarla in un’esperienza utile, decidere per noi “. La fortuna sorride coraggiosa, dice il proverbio latino.

Alcune coincidenze sono particolarmente significative per noi, poiché nella nostra percezione non solo hanno senso, ma diventano anche una linea guida, come se indicassero la direzione in cui dovremmo muoverci. “Sembra che, sebbene non causati dall’inconscio, raggiungano ancora un certo obiettivo, e questo fa riconsiderare una persona le sue decisioni”, aggiunge il filosofo Michel Kazenave. La serendipità non è solo un incidente, è il risultato della nostra capacità di avvolgere una combinazione inaspettata di circostanze a nostro favore. La domanda è: è possibile imparare questo. Il Dr. Stefann Makri dell’University College di Londra ha assegnato diversi punti con cui puoi riconoscere meglio un caso felice e usarlo in modo più efficiente.

Naturalmente, questi passaggi stessi non garantiscono il risultato, semplicemente a causa del fatto che una sorpresa promettente sarebbe assurda. Tuttavia, creare veri prerequisiti per le intuizioni felici è sicuramente nel nostro potere. Il dottor Macri suggerisce che dovremmo intraprendere.

Diversificare il solito corso della vita. “Questo è particolarmente utile per la tua carriera”, afferma il dott. Macro. – Fai uno sforzo e partecipa a eventi, discussioni e discussioni a cui di solito non presta attenzione “. Espandi i tuoi orizzonti, quindi aumenterai la probabilità che tu abbia nuove idee e incontri brillanti con persone che svolgeranno un ruolo importante nella tua carriera.

Prenditi cura del tuo ambiente più attentamente. Cioè, guarda meno nel tuo telefono e guardati intorno più spesso in giro. Forse, quando hai un boccone, incontrerai un amico dall’ultimo posto di lavoro e ti dirà qualcosa di interessante, o il tuo sguardo incontrerà qualcosa che aiuterà a risolvere il problema che stai combattendo. “Cerca di essere più pienamente presente nella realtà, comunica con le persone intorno a te – questo può aprire molte porte nella tua vita”, consiglia il Dr. Macri.

Cambia le tue schede Internet. Da un lato, è importante ricordare che c’è vita al di fuori del “Google” – non scompare nei giorni e nelle notti della rete. D’altra parte, cambia i tuoi percorsi su Internet. “Quando hai 10 minuti in più al lavoro, guarda i siti a cui di solito non sei interessato”, consiglia il Dr. Makri. – Questa non è una perdita di tempo, perché non è noto quali idee o catena di eventi che metti così in moto “.

Dai un’occhiata alla tua vita da parte. Libera lo spazio mentale per creare un prerequisito per una felice illuminazione. “A volte dobbiamo saltare fuori dalla ruota della vita scoiatto. – È in tali momenti che il Sergendip nasce “.

Tuttavia, se un uomo senza problemi sta vivendo un orgasmo dopo la masturbazione, ma durante le classi con amore con un partner non può raggiungere un picco di piacere sessuale, dovrebbe contattare uno psicologo. Uno specialista aiuterà a determinare quali fattori l’eiaculazione previene e sviluppa la una vera donna per un vero uomo per risolvere il problema in modo rapido ed efficiente.

Allentare il controllo, sii curioso. Non dovresti aderire rigorosamente a una routine una volta per tutte – prova a fare quello che non hai fatto prima, vai in un nuovo posto sconosciuto per pranzare o fare una passeggiata, parla con una persona con cui non hai già parlato prima.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scroll to Top